Betta Caretta e gli amici della macchia di Gianluigi Cosi

C'è stato un tempo, non tanto lontano, in cui le maestre durante l'orario di lezione, leggevano agli alunni poesie e filastrocche o...

C'è stato un tempo, non tanto lontano, in cui le maestre durante l'orario di lezione, leggevano agli alunni poesie e filastrocche obbligandoli ad impararle poi a memoria.
Gli alunni sbuffavano, si arrabbiavano, minacciavano ritorsioni, ma alla fine, il giorno dopo, si presentavano in classe orgogliosi del lavoro svolto a casa e ansiosi di alzare la mano per essere interrogati.
Alcuni versi rimarranno per sempre, come le sigle dei cartoni animati o alcune canzoni consegnate all'immortalità.
Erano belle quelle poesie che poi al liceo si scoprivano essere state scritte da grandi autori, come Ungaretti, Pascoli e Leopardi, erano belle quelle filastrocche recitate a cantilena che raccontavano il mondo in rima e ci insegnavano l'amicizia e la condivisione, ci facevano passeggiare tra la flora e la fauna di luoghi incantati insegnandoci ad amare e rispettare ogni essere vivente.
Sono convinta che molti mali del nostro tempo verrebbero debellati se ogni bambino tornasse a leggere poesie e filastrocche.
Giorni fa mi sono imbattuta in Betta Caretta e gli amici della macchia, scritto da Gianluigi Cosi e illustrato da Enzo De Giorgi.
Ho letto col sorriso sulle labbra le storie dei personaggi che popolano un mare allegro e colorato in cui il male non esiste e ognuno ha una sua personalità raccontata con parole semplici che arrivano agli adulti come l'eco lontano dei giorni spensierati trascorsi in riva al mare d'estate, e ai più piccoli rimangono bene impresse nel cuore fungendo una duplice funzione: far sognare e insegnare!
Si, perché ogni situazione raccontata da Gianluigi Cosi descrive un animale nelle sue fattezze e abitudini, rendendolo facilmente riconoscibile anche nella vita di ogni giorno.
Un libricino di filastrocche per bambini, quindi?
No, non credo!
Definirei Betta Caretta e gli amici della macchia soprattutto una scatola magica in cui guardare quando tutto intorno diventa troppo scuro e si vuole fare un salto indietro nel passato, quando il mondo aveva colori accesi ed era popolato da visi sorridenti.
A chi consiglio Betta Carretta e gli amici della macchia?
A chi vuole ricordare l'emozione delle filastrocche, a chi ama le cose semplici che però restano impresse nella mente, a chi ama il mare, a chi cerca un bel regalo, a chi ai bambini regala ancora libri anziché videogiochi!

Arturo il paguro
Lui si muove lentamente,
schiva i piedi della gente.
Nella piccola conchiglia,
qui si trova a meraviglia.
Sulla sabbia prende il sole
uscir dal guscio lui non vuole.
E' un crostaceo molto simpatico,
evviva, evviva il Mare Adriatico.

Titolo: Betta Caretta e gli amici della macchia
Autore: Gianluigi Cosi
Editore: Il raggio verde
Anno di pubblicazione:2015
Costo: 12,00 Euro



You Might Also Like

0 commenti

Flickr Images

recentposts