Diario segreto di Pasolini di Elettra Stamboulis e Gianluca Costantini

Ho sentito parlare di Pier Paolo Pasolini prima ancora di essere in grado di capire ciò che questo nome ha significato per la cultura itali...

Ho sentito parlare di Pier Paolo Pasolini prima ancora di essere in grado di capire ciò che questo nome ha significato per la cultura italiana, l'ho amato pur non avendo gli strumenti per affrontare criticamente i suoi scritti e la sua biografia: era un nome bello, altisonante, leggevo commozione negli occhi di chi mi raccontava di lui. Lo amavo di amore riflesso.
Ho letto i suoi libri, guardato i suoi film, seguito i suoi interventi pubblici. Il mistero (che poi tanto mistero non è) della sua morte continua a farmi compagnia ed è una compagnia, la sua, che cerco tutte le volte in cui ho bisogno di ricordarmi chi sono, il perché delle mie scelte, il perché della mia indignazione e dalla volontà di capire ciò che è difficile capire.
Spiegare ai ragazzi, oggi, a quarant'anni dal suo omicidio, chi sia stato Pasolini e cosa abbia rappresentato, diventa un'operazione complessa: mancano le basi, il fermento interiore, la curiosità, le idee...manca il sangue caldo e amaro che scorre nelle vene.
Veniamo dunque al Diario segreto di Pasolini e ai due autori che hanno trovato un canale comunicativo geniale: un libro illustrato.
Attraverso notizie reali estrapolate da film, scritti, lettere, gli autori hanno ricostruito gli anni che vanno dalla nascita di Pasolini, fino al momento in cui l'uomo si trasforma nel personaggio più scomodo d'italia,
Non semplici e aride notizie biografiche, ma emozioni e sentimenti impressi su carta, incontri con maestri di vita, pensieri estemporanei e riflessioni, il tutto trascritto con una grafia infantile e arricchito da illustrazioni d'autore che, anche attraverso il sapiente utilizzo delle cromie, rendono la lettura piacevole e invitano alla riflessione.
Ne viene fuori un personaggio delicato, che vive i suoi anni intensamente, non lasciandosi sfuggire delusioni e insicurezze, passando dai giochi infantili alle domande dell'adolescenza, assaporando i primi battiti del cuore e la passione tutta nuova per la lotta politica, ma soprattutto, si delineano i tasselli che comporranno la psicologia del Pier Paolo Pasolini che tutti conosciamo.
Di biografie sono pieni gli scaffali, ma di racconti umani come questo, se ne sente davvero il bisogno: libri che arrivano a tutti, che stimolano la curiosità e l'empatia nei confronti di personaggi fondamentali per la nostra cultura.
A chi consiglio Diario segreto di Pasolini?
Ai ragazzi che non lo conoscono e a quelli che lo conoscono poco, ai puntatori di dito, a chi ha poca voglia di leggere, a quelli che si documentano on line, a chi Pier Paolo Pasolini lo avrebbe voluto come compagno di classe al liceo, ai curiosi, agli amanti dei libri illustrati.


"Ho scoperto che le parole sono dardi. 
Possono ferire e scorticare.
Che ci sono cose che non si possono dire senza toccare qualcosa di bollente.
Emozioni che sfuggono, come questa estate dorata.
Teta Veleta è quello che mi viene da dire quando la mamma si avvicina
con il seno al mio corpo.
Teta Veleta."


Titolo: Diario segreto di Pasolini
Autore: Elettra Stamboulis - Gianluca Costantini
Editore: Becco Giallo
Data di pubblicazione: 2015
Pagine: 198
Costo: 17,50 Euro 




You Might Also Like

0 commenti

Flickr Images

recentposts